La culla della rinascita. Natale 2017. Gesù

Visto che siamo alle porte del Natale, ho chiesto al Maestro un messaggio per tutti noi, che riporto fedelmente cosi come mi è arrivato.

Anzitutto la festa del Natale non è la mia festa, ma è la gloria dell'Uomo che riceve la luce a cui rinasce.

Questa luce non è solo un'idea, ma è la prova materiale dell'elevata coscienza cosmica, la più alta frequenza a cui si può richiedere di venirne investiti.

Ancora oggi l'uomo non ha ben chiaro quali siano le sue infinite possibilità. E' concretamente centrato nella sua materia, non si rende conto di quanto possa creare, fluire e attraversare tornando al suo vero essere. Il suo spirito non ha confini e la luce cristica nemmeno. Se l'uomo fosse cosciente di poter accedere alla luce cristica il suo spirito ne trarrebbe una rinnovata forza tale da spingerlo fuori dalle prigioni che si è creato nell'illusione, facendolo permeare nella sostanza benevola dell'universo stesso.

La discendenza sulla terra non ha limiti se prova ad aprire il proprio cuore alla luce. Quello che cerca è dentro di sé, la luce è all'interno del proprio essere.

Scava Uomo dunque, trova la tua luce affinché rinasca in te voglia e desiderio di farla espandere fuori di te. Uomo, figlio, fratello mio, tu che ancora dormi, rialzati dunque dal profondo sonno dell'illusione e accetta il tuo potere di luce. Di essa sei completamente fatto e da essa vieni attratto.
La tua culla divina ora è pronta per accogliere il tuo nuovo "te". Un io diverso, comprensivo, compassionevole, spontaneamente innamorato dell'amore per la vita, e per le creature. Un nuovo io che non sa giudicare, ma che è solo accoglienza dell'amore.
Una porta da attraversare nella presenza in una nuova dimensione.
Una figura che fa da ponte, mediando il mondo con il cielo, altamente elevata ed equilibrata.
Un nuovo io che è senza paura perché non crede più agli inganni.
Un nuovo io che è oltremodo il più autentico figlio della luce.

Questo sei tu, Uomo, se solo dal sonno ti puoi ridestare. E questo sono Io, come te, fatti della stessa sostanza del Padre, a sua immagine perché perfetti, creati dalla stessa scintilla figlia di dio.
Nella sua luce e nel suo nome, uomo, porta con te la tua luce benedetta e fai di questa rinascita, nuova vita per te a partire da adesso.
Che la tua culla sia il tuo cuore, la tua nuova vita inizi oggi.

Con amore, Gesù.

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento