La guarigione con il suono

Durante le sessioni trasformative utilizzo il suono per la guarigione. La mia voce andrà a sciogliere i blocchi energetici che si manifestano come frequenze vibrazionali basse (memorie cellulari di traumi e ricordi di questa vita o di vite passate) per riportare in allineamento armonico le cellule, grazie ai suoni Hathor o suoni dei Delfini. Queste dolci vibrazioni ti accompagneranno su una frequenza più elevata di pace e benessere.

comunicazione col sonar di un delfino che emerge dall'acqua
bio sonar dei delfini

Sound healing: l’antica guarigione da Lemuria ai giorni nostri

Fin dagli albori della civiltà terrestre, gli insegnamenti delle Madri Stellari hanno accompagnato le donne nella loro evoluzione ed elaborazione della cura e guarigione di corpi e anime.

Donna Vergine: chi era all'inizio?

La donna utilizza le sue innate capacità sciamaniche per riportare in equilibrio tutto ciò che va in squilibrio. È colei che ha ereditato col DNA una storia di conoscenza e saggezza. Una storia che ebbe inizio molto prima della storia conosciuta sui libri di scuola. Torniamo insieme fin laggiù, per un attimo.

In quel mondo così lontano, il termine vergine non aveva a che fare con la sessualità. La Donna Vergine era la sacra sacerdotessa della natura, era selvaggia come la foresta vergine da cui traeva la libertà da ogni condizionamento. Possedeva quell’energia meravigliosa per la trasformazione che passa dal cuore sacro della Madre. La Vergine era indomita, priva di legami come il matrimonio perché la sua casa, il suo corpo, il suo sentire erano la Terra stessa in ogni manifestazione.

Nelle comunità di quell’antico passato, ben vivo e presente nei registri akascici, i bambini appartenevano a tutto il villaggio mentre gli uomini di Lemuria imparavano dalle donne l’antico messaggio d’amore giunto dalle progenitrici Madri Stellari. Queste arrivavano da Venere, dalle Pleiadi, da Sirio… erano civiltà altamente evolute che avevano già compiuto il salto quantico, e che spinte dal profondo desiderio di aiutare la Terra, insegnavano alle nostre antenate l’amore e la compassione.

La voce: guarigione di anima e corpo

Quali sono gli insegnamenti arrivati fino a noi da Lemuria?

Cosa hanno in comune i mantra indiani, i canti degli indiani d’America o i suoni degli aborigeni australiani?

La voce come strumento per la guarigione di anima corpo.

Grazie al lavoro di Masaru Emoto sulla cristallizzazione dell’acqua, oggi è dimostrato come la parola custodisca un enorme potere dentro di sé. Quando è in armonia con l’Amore essa genera nella materia forme simmetriche e meravigliose, ma se è di bassa vibrazione crea forme altamente squilibrate.

Secondo la Bibbia, le antiche scritture vediche in sanscrito e le scritture in ebraico, la parola o “Verbo” è l’atto primario della Creazione.

Se è così, possiamo dunque creare armonia e guarigione nel corpo?

Certamente. Ce spiegarono come proprio le Madri Stellari. È col suono che esse cantavano in gruppo l’Amore e la guarigione attraverso la melodia del respiro.

Per far uscire la voce, anche noi dobbiamo inspirare aria, quell’energia vitale su cui corre il suono, la nostra capacità di Creazione.

Hathor Sound Healing: guarire con i suoni dei delfini

Queste conoscenze furono tramandate da Lemuria, ad Atlantide passando per l’antico Egitto grazie alle Hathor, principali ispiratrici dell’antica Scuola Iniziatica del Mistero di Iside Ra, di cui ho ricevuto gli insegnamenti come Somma Sacerdotessa.

Hathor sono esseri che provengono dalla quarta dimensione di Venere. Utilizzano i potenti sonar per comunicare proprio come i delfini. Sono creature sagge dalle grandi orecchie sviluppate per la ricezione del suono. Hanno vissuto a fianco dell’essere umano per migliaia di anni innalzando la coscienza della Terra grazie alle loro amorevoli lezioni.

Scultura dell'antico Egitto della Dea Hathor
Hathor

La Dea della Gioia Hathor, una delle prime antichissime dee egizie, insegnò l'uso della danza e della musica sacra per creare ondate curative. Sosteneva che la musica è antecedente al linguaggio: il suono è alla base della creazione.  Essa vedeva gli esseri umani come una complessa serie di armoniche.

Le aure umane risuonano delle vibrazioni emesse dai nostri organi. Se c'era un blocco quindi Hathor poteva vederlo e generare una frequenza sonora per spostarlo e poi dissolverlo. Quando il blocco iniziava a sgretolarsi, la persona provava emozioni e ricordi che magari aveva represso per tutta la vita, arrivando a sperimentare cambiamenti importanti sia a livello emotivo che fisico.

Tali insegnamenti furono poi trasmessi anche agli Esseni che impararono a usare il suono come terapia. Per loro il suono era la manifestazione del respiro o “soffio divino” che purificava i corpi dell’essere umano, dal corpo più sottile a quello più materiale, il corpo fisico.