Il successo etico -21/06/21

Stamattina durante la recitazione del Japa ho avuto varie immagini di Gesù intento a parlare nelle piazze. Poi ho sentito chiaro : "scrivi, scrivi…" Quindi vi riporto questa connessione profonda tra me e le Dee della Grazia a proposito del successo etico e del potere. La differenza degli attributi che l'essere umano associa a questi due termini determina la strada che percorrono. Elisa k S

Poi ho registrato il messaggio che vi metto qui per ascoltarlo:

Il vero successo, stabile duraturo, si crea a partire dal cuore quando anima è in allineamento con il proprio cammino

Quando si è felici ecco che il successo giunge in modo quasi spontaneo, senza fatica. Perché la frequenza della gioia attrae amici e amici di amici e ancora e ancora di più. Le persone ricercano la felicità e ne vengono attratti come calamite da chi ne emana.

ELISA: Ma le persone ricche che fanno successo sulla pelle degli altri?! Quello non è successo? E pure molto forte! Qual è la differenza?

Ci sono persone che attirano il successo perché focalizzati sulla mente comandata essenzialmente da ego. Per loro il denaro è venerabile come e alla pari di un dio. Ma non sanno che presto o tardi, tale successo non etico, potrà crollare come inesorabilmente viene giù un castello di carte.

Il successo etico il successo stabile è quella forza che si scatena dall’amore del cuore, dalla propria passione per la vita e per la gioia di donare, e di donarsi. Nella nuova era, in questa nuova energia, ogni persona che sperimenta il proprio cuore sarà spinta ad accelerare la manifestazione del proprio successo.

Certamente i propri pensieri dovranno essere allineati al cuore. Tutto il sistema dovrà essere in grado di seguire il cuore, lasciate che la vostra pompa spinga in voi l’ossigeno dorato del successo.

Immaginate solo la gioia che provate quando date agli altri. Come vi fa sentire? Come state quando regalate qualcosa e vedete la faccia e il sorriso della persona che lo riceve. Quanto è grande il senso di gratitudine per sperimentare quell’abbraccio, quel ringraziamento.

Partite da li miei cari, partite dal come vorreste sentirvi donando il vostro cuore, la vostra conoscenza, il vostro talento. Donare non significa dare gratis. Perché le anime luminose possano contribuire a crescere anche esse nel mondo, hanno pieno diritto ad elevarsi anche nella materia.

La materia non esclude lo spirito, cosi come lo spirito non esclude la materia. Dunque il denaro che fa parte della società non è da condannare né da giudicare, non è sporco né malvagio per chi lavora con e per la luce.

Il denaro è fonte di ricchezza spirituale se e quando viene attratto per scopo di pace, per amore e per etica di condivisione. Donando il sapere donando la gioiosa esperienza, si riceve. E’ un dare e un ricevere, uno scambio di armonia. Cosi che ci sia l’equilibrio del tutto.

ELISA: Ma chi guadagna tanto sulla pelle degli altri, continua ad avere successo e potere. Come è possibile ciò?

Tu stai confondendo il successo con il potere. Uno significa essere al primo posto con sé stessi e visibile agli altri. Significa anche la fama, si. Ma significa che da essa, dal farsi conoscere si arriva come su un piedistallo. Da li si può scegliere se usare lo spazio interiore del cuore ed emanare luce o se usare l’ego ed emanare avidità e cupidigia. Il potere come il successo è neutro. Siete voi che scegliete quali attributi vadano di pari passo. Il potere non etico è guidato da invidia, cupidigia, sfrenatezza, arrivismo. Perché manca di equilibrio di amore, ma chi è che sceglie la mancanza? Sta solo a voi comprendere quali attributi voi desideriate associare al successo e al potere. E di conseguenza da che parte stare.

Non saremo noi a suggerire niente, tutto dipende dall’essere umano dal suo stato di coscienza, dalle sue vibrazioni e da ciò che è venuto ad imparare sul mondo. Perché vedete miei cari, è questo ciò di cui stiamo parlando.

Cosa venite a imparare? Qual è la vostra lezione? Cosa state attivando nella vita, per scoprire cosa?

Doni? Misteri? Tecnologie?

L’importanza di amare? La gioia della cooperazione? La responsabilità di donarsi? La forza della condivisione? La beatitudine della gratitudine? La pazienza?

Ancora la sofferenza? Il dolore? Il conflitto?

Sta a voi respirando, cogliere quale che sia ciò che ancora dovete imparare, in quale modalità. È una vostra scelta che non sta scritta sulla pietra, potete cambiare direzione in qualunque istante, non appena vi rendete conto di quale sia la vostra direzione. Vi piace dove state andando? È davvero quello che vi serve?

Sappiate cogliere l’insegnamento del cristo sappiate donare voi stessi agli altri, solo li troverete la via. Il successo etico, il potere dell’essere. Questo è ciò che vi diciamo.

Con amore,

le Dee della Grazia

Iside, Maria Maddalena, Kwan Yin

Dee della Grazia

Nessun commento ancora

Lascia un commento